venerdì 4 dicembre 2009

A mente fredda...

A 5 giorni dalla maratona di Firenze, passata la delusione, direi che è il caso di analizzare un pò di cose, e vedere gli errori fatti:
  1. Ritmo forse troppo veloce. Gli allenamenti mi avevano illuso... Nella maratona i miglioramenti devono essere graduali. Firenze è stata la mia terza maratona, il Pb sulla distanza è 3.14'06'' fatto a Marzo a Roma; correre 25-30 sec al km più forte è stato un azzardo.
  2. Scarso potenziamento muscolare fatto in preparazione. Nelle lunghe distanze, quando finiscono le riserve di glicogeno, ci vuole forza nelle gambe, e io non ne avevo proprio.
  3. Poca accortezza nella tattica di gara. Nonostanze un pò tutti mi avessero consigliato di stare coperto e risparmiare energie fino al 30 km, mi sono lasciato trasportare dall'euforia della gara e ho pagato dazio al 35 km...
  4. Scarsa attenzione all'alimentazione pre-gara. Avrei dovuto far maggior scorta di carboidrati nei giorni precedenti

Comunque ormai è andata...memori di quest'esperienza....e con i dovuti accorgimenti (errare humanum est, sed perseverare diabolicum...!!), da Lunedì iniziamo a pensare alla prossima tappa....MARATONA DI ROMA 2010...!!!!

3 commenti:

  1. dai che hai messo in fila tutti i punti... alla prossima andrà meglio.
    Certo sei ancora un po' a rischio, perchè il fisico comunque vuole i suoi tempi ma credici.
    Mi rendo conto che per me è + facile io parto già con la consapevolezza( al 90%) che fino a 35 ma anche 37 tutto filerà liscio.

    RispondiElimina
  2. HASTA LA VITTORIA !!!

    Vai diabolico !

    RispondiElimina
  3. Ormai ti tengo d'occhio, nn potrò darti suggerimenti ma forse azzardare qlc consiglio sì, visto che di maratone ne ho fatte 6, anche se mai ai tuoi livelli!
    Cmq dai Gianlù, ancora nn ho deciso ma poichè mi conosco so che molto probabilmente mi incastrerò nella mia 4a Maratona di Roma(c'ho un conto in sospeso con la mia città natale)
    ;)

    RispondiElimina